By

L’audiolibro: strumento didattico e prodotto editoriale è il titolo della tesi della dottoressa Rosanna Pasta, che si è laureata lo scorso dicembre 2011 nel Corso di Laurea Magistrale in Editoria e Scrittura, all’interno della Facoltà di Filosofia, Lettere, Scienze Umanistiche e Studi Orientali dell’Università Sapienza di Roma. Ancora una volta gli audiolibri suscitano una curiosità e un interesse tali da diventare protagonisti di una tesi di laurea: un ulteriore segnale di come si stiano imponendo sempre più all’attenzione di chi per ragioni di studio o di passione si rivolge ai fenomeni emergenti dell’editoria.
La tesi della dottoressa Pasta, dopo una preliminare introduzione sull’audiolibro, sui formati e sui canali distributivi attraverso i quali è possibile trovarlo, si concentra, in un’attenta e approfondita analisi, su ascolto, ascoltatore, narrazione e narratore, e precisa come l’ascolto non sia affatto – contrariamente a quanto talvolta si è portati a pensare – un comportamento passivo, ma sia invece l’attuazione di processi cognitivi, in un delicato equilibrio tra capacità funzionali e volontà comunicativa, e vada perciò interpretato come un vero e proprio ‘fare’, che esige l’impegno della mente e del cuore. Il cuore, inteso ovviamente come emotività, riveste un ruolo chiave nell’esperienza dell’ascolto e della lettura: la piacevolezza dell’esperienza uditiva conduce all’acquisizione del gusto della parola parlata e porta poi all’apprezzamento della parola anche in forma scritta. Affezionare all’ascolto significa quindi affezionare alla lettura, e questo si rivela vero specialmente se si osserva quanto avviene nei bambini, lettori in divenire. Non solo, ma ascoltare è un passaggio fondamentale dei processi di apprendimento linguistico, sia della propria lingua madre sia di una qualsiasi lingua straniera, ed è perciò da considerarsi esperienza imprescindibile nella didattica. L’approfondimento della dottoressa Pasta prosegue con la descrizione del ruolo del narratore, per poi passare ad un’analisi storica dell’audiolibro, all’estero (specialmente in Germania; qui sono state esaminate le tre principali case editrici) e in Italia, per concludere con una descrizione dettagliata, e documentata attraverso interviste, delle case editrici che fanno parte di AEDA (Associazione Editori di Audiolibri). Un contributo che aggiunge un ulteriore punto di vista (e di ascolto!) sull’ormai sempre meno sconosciuto mondo degli audiolibri.

Scarica gratuitamente la Tesi di laurea in PDF.

About the Author

 

Leave a Reply

728 x 90 banner

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi