By

Gli audiolibri fanno bene, e fanno bene a tutte le età. E non solo aumentano il piacere per la lettura e la letteratura, ma fanno bene anche al cuore. È quello che hanno dimostrato i risultati di un progetto avviato dal Centro Internazionale del Libro Parlato di Feltre nelle case di riposo della città veneta, e che verrà esteso, nei prossimi mesi, ad altre 97 strutture residenziali, oltre che all’assistenza domiciliare e alle corsie degli ospedali. Un’altra importante conferma del valore della lettura ad alta voce, che permette di tenere viva l’immaginazione anche quando gli occhi non la sostengono più e di condividere con altri le storie che si amano.
Di seguito riportiamo integralmente l’articolo del Corriere delle Alpi del 29 novembre 2011.

La lettura ascoltata, oltre ad essere un piacevole passatempo, aiuta l’anziano a migliorare l’umore, a ridurre l’ansia sentendo meno la solitudine e a risvegliare le emozioni. Lo dicono i risultati del progetto degli audiolibri nelle case di riposo che il Cilp ha avviato a Feltre per poi estenderlo in 97 strutture residenziali (24 a Belluno, 25 a Padova, 4 a Rovigo, 14 a Treviso, 4 a Venezia, 10 a Verona e 16 a Vicenza). Ieri è stato presentato il volume con la valutazione finale dell’iniziativa a cui hanno partecipato 703 utenti (542 donne e 161 uomini di età compresa tra i 60 e i 101 anni).
“Il libro digitale per gli anziani, ascoltato in gruppo o singolarmente si è rivelato uno strumento molto utile, come confermano i geriatri e i direttori delle case di riposo”, dice il presidente del Cilp Nino Bonan. “Ora il progetto si estenderà all’assistenza domiciliare e nelle corsie degli ospedali”. Gli fa eco la coordinatrice Milena Maia: “La promozione del benessere è un fattore positivo raggiunto”. Come ulteriore passo avanti nel campo dell’innovazione, il Centro ha progettato e fatto costruire un lettore Mp3 semplificato, con le funzioni essenziali e i tasti grandi per facilitare l’utilizzo. La memoria del dispositivo è sufficiente a contenere da cinque a otto audiolibri, che gli utenti possono scaricare direttamente dalla biblioteca virtuale del Cilp, dove sono raccolti 15 mila volumi. Nel sito poi, sarà riservata un’area per gli anziani con i loro titoli preferiti e un tono di lettura adeguato. Una curiosità: il libro più ascoltato dagli utenti delle case di riposo è stato “Cuore”, davanti alle “Fiabe del focolare” dei fratelli Grimm e a “Cime tempestose”. Testo più scaricato, le “Fiabe venete”.

About the Author

 

Leave a Reply

728 x 90 banner

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi