By

Non è male avere un’idea della durata finale del vostro audiolibro prima di iniziare a registrarlo; ciò vi aiuta a preparare la durata delle sessioni di registrazione, a scegliere i giorni in cui registrare, a fissare delle scadenze, perfino a pianificare annualmente la vostra attività di produzione di audiolibri. Non è la stessa cosa produrre un audiolibro che dura un’ora oppure uno che ne dura trenta! Per sapere, a grandi linee, quanto tempo sarà necessario per arrivare al prodotto finito dovete moltiplicare la prevista durata finale per un fattore x che rappresenta la somma dei tempi dedicati alla registrazione, all’editing, alla post-produzione e alla masterizzazione. Di questo parlerò nei capitoli successivi. Per il momento è comunque importante avere un’idea approssimativa, ma attendibile, della vera e propria durata finale.
Vengono adottati molti metodi per calcolare la durata di un audiolibro finito e pronto per essere ascoltato. Naturalmente la durata dipende dal genere di testo che si registra: ci sono romanzi che hanno un ‘passo’ più lento, altri più veloce, la saggistica in genere viene letta più velocemente dei romanzi, per non parlare della variabilità del ritmo nella poesia e nell’epica… Molto dipende anche dal ‘passo’ standard di ciascuna singola voce: c’è chi legge più lentamente e chi invece addirittura si ‘precipita’ nella lettura…; insomma, sono molte le variabili in gioco per rendere attendibile un calcolo del genere.
Alcuni adottano il metodo standard di tot minuti per pagina, ma non è mai chiaro di che tipo di pagina si parli: formato in quarto? in ottavo? paperback? foglio A4? Altri calcolano il numero di parole presenti nel testo e lo moltiplicano per un tempo standard per ogni parola. Ma anche qui ci possono essere molte variazioni della lunghezza delle parole da testo a testo. Altri ancora moltiplicano la durata di ogni cartella (foglio dattiloscritto) per il numero di cartelle totali; solitamente due o tre minuti per una cartella con 1.800 battute. Ma anche qui ci sono degli inconvenienti: per trovare il tempo per cartella è necessario che il lettore la legga e misuri la durata, poi bisogna che il testo venga suddiviso più o meno esattamente in cartelle con lo stesso numero di battute, e quindi si facciano le opportune moltiplicazioni. Credo che sia un metodo alquanto impreciso.
Personalmente adotto un metodo che ho escogitato sulla base dell’esperienza di molti anni di lavoro nel settore degli audiolibri e dopo aver effettuato molte registrazioni con le voci più diverse. Ne ho constatato la validità attraverso vari controlli e quindi penso proprio che sia affidabile. Ve lo propongo, con l’avvertenza che si tratta solo di una mia
indicazione pratica e che perciò può essere integrata e combinata con altri metodi che eventualmente vorrete adottare. Si tratta di questo: molti degli audiolibri di cui ho seguito la produzione sono stati letti su testi digitali (quasi sempre in Word) per cui è stato possibile calcolare automaticamente il numero totale dei caratteri (spazi esclusi) per ciascuna opera; nello stesso tempo ho preso accurata nota delle loro durate complessive. Dando per scontato che il narratore abbia letto tutte le parole del testo è facile trovare la media di durata per carattere. Il calcolo statistico è stato fatto su molte opere lette da diversi narratori (voci maschili e femminili, giovani e anziani, ecc.) ottenendo così la media aritmetica (o coefficiente) della durata di un carattere tipografico letto ad alta voce, con scostamenti in più e in meno poco significativi. Quindi se siete in possesso del testo da registrare in formato Word è possibile trovare con una semplice ricerca nel software (Strumenti/Conteggio parole/Caratteri-spazi esclusi) il numero di caratteri del testo e moltiplicarlo per il coefficiente che rappresenta la durata per carattere. Il coefficiente che ho trovato io è 0,087365 secondi per carattere. Avrete così la durata di tutta l’opera in secondi. Poi è sufficiente trasformare i secondi in minuti e quindi in ore e… il gioco è fatto!
Facciamo un esempio: “Le avventure di Pinocchio” di Carlo Collodi – un’opera di pubblico dominio che potete trovare in rete in formato .doc o .txt – ha un numero di caratteri (spazi esclusi) di circa 197.000. Moltiplicando 197.000 per il coefficiente 0,087365 si ottengono 17.210 secondi totali, equivalenti a 286 minuti, cioè 4 ore e 46 minuti. L’audiolibro prodotto da il Narratore in versione integrale dura 4 ore e 36 minuti, quello scaricabile da Liberliber.it dura 4 ore e 49 minuti, altre versioni hanno più o meno la stessa durata; lo scarto fra l’una e l’altra versione è di circa 5-10 minuti e ciò può dipendere dalla velocità di lettura, dall’inserimento di musiche o dalla durata delle pause, ecc.; tuttavia questo esempio dimostra che potete avere un ordine di durata dell’opera finita affidabile, e su questa indicazione di base potete programmare le vostre sessioni di registrazione.

About the Author

 

Leave a Reply

728 x 90 banner

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi